24 Maggio 2017
immagine di testa


News
percorso: Home > News > INTERVISTE

EXODUS Legati dal sangue!

08-10-2016 19:27 - INTERVISTE
Io e il leggendario Tom Hunting, batterista e membro fondatore degli Exodus
Io e il leggendario Tom Hunting, batterista e membro fondatore degli Exodus
Francesco Gallina e Tom Hunting
Tom Hunting (Exodus)
Tom Hunting (Exodus)
Il batterista nonché membro fondatore, Tom Hunting, si concede per una breve intervista a Vero Rock prima dello show alla XXII edizione dell´Agglutination Metal Festival @ Chiaromonte (PZ).

Ci sono occasioni nella vita che a volte si rivelano alquanto inaspettate, e avvengono spesso nei momenti più improbabili o inattesi: ed è appunto quanto successo in questa piacevole intervista con Tom Hunting, membro fondatore e batterista storico dei famigerati Exodus, i pionieri del Thrash Metal a stelle e strisce! Dopo aver a lungo sperato per tutto il pomeriggio di poter fare un´intervista con la band, quando oramai le possibilità sembravano alquanto esigue, al termine del loro infuocato show, tenutosi alla XXII edizione dell´Agglutination Metal Festival a Chiaromonte (PZ), in data Domenica 21 Agosto, io e il fido collega di Metallized.it, Francesco Gallina, ci precipitiamo nella struttura scolastica, recentemente ristrutturata, atta ad ospitare i camerini delle singole band. Nonostante la stanchezza di tutti e cinque i musicisti californiani, che ci hanno regalato un vero e proprio show da capogiro, andando a pescare classici immortali del thrash quali ad esempio "And Then There Were None", "Piranha", "Lesson In Violence", "Bonded By Blood" e l´immancabile "Strike Of The Beast", oltre ovviamente a brani tratti dalla loro recente produzione (soprattutto dall´ultimo disco in studio "Blood In Blood Out", uscito nel 2014 per la Nuclear Blast n. d. r.), si apre inaspettatamente la porta del loro camerino, ed ecco uscire dinanzi a noi, l´imponente mole di Tom Hunting, un´autentica leggenda per tutto il mondo dell´hard´n´heavy, che molto rilassatamente mi chiede, con in mano una sigaretta:"Scusa amico hai da accendere?". Dopo avergli cortesemente passato il mio accendino, gli chiediamo se è possibile fare una breve intervista e lui, molto cordialmente si dimostra sin da subito entusiasta e disponibile a scambiare quattro chiacchiere con noi, sebbene solo pochi minuti prima si trovasse sul palco a macinare drumming serrati per più di un´ora e un quarto! Con lui abbiamo parlato di diversi argomenti interessanti: dai loro ultimi concerti in Italia, all´attuale situazione con il chitarrista Gary Holt (attualmente sostituito in sede live da Kragen Lum - n. d. r.), alla sua profonda e lunga amicizia con Kirk Hammett dei Metallica (ex co-fondatore degli Exodus n. d. r.) e con Chuck Billy dei Testament e molto altro ancora!

Come accennato prima questa intervista è stata realizzata assieme all´amico e compagno di avventure metalliche Francesco Gallina, redattore della webzine Metallized.it, con cui è stato come sempre un piacere condividere questa ennesima inaspettata esperienza!

Ciao Tom, innanzitutto grazie per il prezioso tempo che ci stai concedendo, nonostante la stanchezza post concerto. Come è stato secondo te il responso del pubblico dell´Agglutination questa sera?
(Tom Hunting):"E´ stato a dir poco fantastico....adoriamo sempre venire a suonare qui in Italia, soprattutto perché sappiamo la grande passione per l´heavy metal che avete e che dimostrate sempre ad ogni show, quindi come ti dicevo, non abbiamo veramente nulla da lamentare, anzi ciò è una conferma della magnifica accoglienza che abbiamo da sempre ricevuto nel vostro paese!"

Infatti, se non ricordo male, circa un anno fa, il 30 Maggio 2015, avete suonato al nord Italia assieme ai Testament (al Metalitalia. com Festival n. d. r.), ricordi?
(Tom Hunting): "Certamente, è stata una gran bella serata, semplicemente indimenticabile! Ricordo bene che c´erano tantissime persone, molte delle quali erano letteralmente in estasi durante il nostro show, forse perché erano ubriachi, anzi sicuramente è coì (ride)."

Parlando del pubblico italiano, devi sapere che qui al Sud è estremamente difficile riuscire a vedere band come la vostra dal vivo. Hai notato delle differenze tra gli spettatori al Nord e quelli invece presenti questa sera nel profondo Sud dell´Italia?
(Tom Hunting): "Guarda ricordo che abbiamo suonato qualche anno fa in Sardegna, mi sembra nell´estate del 2012, e...cosa posso dire? Adoro quella regione e mi piacerebbe tornarci a suonare e magari fare anche qualche show in Sicilia! In passato abbiamo fatto molti concerti da voi in Italia durante i nostri tour precedenti, ma come potete ben immaginare è sempre più difficile oggi riuscire ad organizzare più di due date qui in Italia, speriamo di tornarci presto!"

Quale è la situazione, sempre se è possibile saperlo, all´interno della band con Gary Holt attualmente? Nonostante militi contemporaneamente anche negli Slayer, con i quali è appunto in tour, continua ad essere sempre un membro del gruppo?
(Tom Hunting): "Con Gary va sempre alla grande, è sempre un membro ufficiale degli Exodus, adesso, come hai appena ricordato, è in tour con gli Slayer, ma sai come è la vita di noi musicisti...devi sempre saperti adattare alle diverse situazioni che ti capitano per la strada! Steve Souza (voce) è tornato pochi anni fa con noi, Paul Bostaph (batteria) mi ha sostituito per un paio di anni, adesso Gary è entrato negli Slayer per sostituire Jeff Han-neman....insomma tutto nella norma direi. Con Gary scriveremo l´anno prossimo i nuovi brani che andranno a comporre il nostro nuovo album."

Ma quindi ci stai dicendo che Gary Holt sarà anche in futuro un membro attivo sia degli Exodus che degli Slayer?
(Tom Hunting): "Assolutamente si, è capacissimo di fare entrambe le cose (ride)! Entrambe le band sono molto impegnate in questo periodo, ma nonostante tutto devo confessarti che il suo sostituto temporaneo, Kragen Lum (che lo sostituisce nei live dal 2013 n. d. r.) sta facendo veramente un lavoro fantastico!"

Tom, tu sei uno dei membri fondatori della band, sin dalla sua nascita nel lontano 1979, assieme a Kirk Hammett dei Metallica. Che rapporti hai con lui oggi? Siete ancora in contatto?
(Tom Hunting): "Certo che si, siamo in ottimi rapporti! Come ben sai ha suonato nel nostro ultimo album ("Blood In Blood Out", uscito nel 2014 per la Nuclear Blast n. d. r.). Spero che verrà al mio matrimonio, previsto per il prossimo Febbraio, lo invitato e spero che ci sarà, se n on avrà altri impegni stringenti (sorride). Si, siamo veramente in buoni rapporti, adoro Kirk, è un mio caro amico!"

Siamo giunti alla fine di questa breve ma intensa chiacchierata Tom. Ultima domanda: in che rapporti sei invece con Chuck Billy, lo storico frontman dei Testament? Se non erro, vi siete riuniti con gli Exodus nel 2001 proprio in occasione di un im-portante evento di beneficenza (il Trash Of The Titans n. d. r.) in suo onore, mentre stava combattendo la sua lotta contro il cancro. Cosa ci puoi dire a riguardo?
(Tom Hunting): "Ogni volta che possiamo ci vediamo sempre, siamo sempre stati amici e sempre lo saremo! E´ stato un piacere immenso aver potuto partecipare a quella manifestazione e aver potuto in qualche modo aiutarlo a sconfiggere quel male terribile. Sono contento ogni volta di rivederlo su di un palco, è veramente devastante ed oltre ad essere un professionista serio e stimato è anche un grandissimo uomo!"

Grazie ancora Tom per questa emozionante intervista, e speriamo dunque di rivedervi presto nel nostro paese, magari con il vostro prossimo tour in supporto del nuovo album!
(Tom Hunting): "Nessun problema, grazie a te per avermi fatto accendere (ride)! Speriamo anche noi di tornare a farvi visita al più presto, e soprattutto di riuscire a suonare anche per più di due date. Un saluto a tutti i lettori di Vero Rock Italia!"












Fonte: Raffaele Pontrandolfi



digita i codici di sicurezza, se più di uno separati da uno spazio



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]