20 Gennaio 2019

News
percorso: Home > News > CONCERTI

ANNI DI METALLO LIVE 2.0 : serata dedicata alla scena Hard & Heavy romana @ Closer

14-11-2014 23:13 - CONCERTI
A distanza di quasi sette mesi esatti, dopo il primo evento organizzato lo scorso 4 Aprile, che ha visto esibirsi, sempre sul sul palco del Closer, band della scena underground capitolina quali i Way Out, i Graal e i The Raff, venerdi 24 Ottobre abbiamo assistito alla seconda edizione di quello che sta diventando un " must " per tutti gli appassionati del sano e grintoso Heavy Metal capitolino.

In questa seconda serata, si sono succedute altre tre band, fresche di debutto o invece con alle spalle più di trent'anni di carriera, con sonorità e proposte musicali assai variegate e differenti, ovvero i Lipstick, gli SOS, La Menade e nuovamente come headliner i The Raff. L'evento, organizzato come di consueto da Metal Zone Italia ( Gianfranco Belisario ) a dalla Ace Records, ha visto una più che buona risposta da parte degli appassionati del genere, che hanno partecipato in tanti a quello che, tutti speriamo, possa essere un appuntamento fisso all' insegna della buona musica oltre che uno strumento di promozione per tutte le band partecipanti.

Ecco il report della serata, realizzato in collaborazione con Roma Daily News.

Liptsick

L'apertura dell'evento tocca alla band, formatasi oramai definitivamente dalla primavera del 2013, capitanata da Andrew Simmons ( basso ) e dal carismatico Paul Mc Evil ( voce ) che, nonostante il breve tempo a disposizione, per l'inizio dello show posticipato alle ore 22.30, ci regala comunque una prova più che buona di quelle che sono e saranno le peculiarità della loro proposta musicale. Una frizzante e accattivante esibizione quindi, all' insegna dell' Hard & Heavy Made in '80s, con brani molto veloci, ma carichi di ritmiche e melodie coinvolgenti, che non esitano a scaldare l'atmosfera dell' audience presente : dopo la speed - opener " Dancing ", dove dimostrano tutta la loro carica ed energia, con cori ed assoli al fulmicotone e ritmiche serrate, si passa a un mid - tempo sostenuto da un' intro roccioso di chitarra, dove spicca la prova di tutta la band, con ritmiche e melodie in pieno stile Sleazy / Glam ( Motley Cure, Poison, ecc. ), ma con una verve e un carisma inusuali. Da sottolineare i riff graffianti di Arkady Camelot alla sei corde, l'energia della sezione ritmica composta da Arizona " Hurricane " Bob, dietro le pelli, e da Andrew " Lipstick " Simmons, oltre che l'ugola del nuovo frontman, Paul Mc Evil, che confermano essere tutti gli ingredienti giusti per trasmettere quell' entusiasmo e passione al pubblico, attraverso il loro Hard Rock Made in USA : ne è la prova l'esibizione di un nuovo brano, scritto con l'avvento dell' attuale vocalist, " Nightwolf ", in cui si nota un'evoluzione nel sound della band, rispetto alle loro sonorità più glam con le quali ci avevano abituato in origine, con una buona prova di tutti i componenti, e soprattutto una maggior cura negli arrangiamenti e nelle linee melodiche, oltre ovviamente che per la prova canora encomiabile del nuovo vocalist Paul Mc Evil !

A chiusura di questo loro ultimo concerto dell' anno solare 2014, per potersi poi dedicare alla lavorazione dei nuovi brani che andranno a costituire il loro album di debutto, i Lipstick ci salutano con un altro pezzo del loro repertorio storico, tratto dal loro EP d'esordio, " Urban Legends, City Vampires ", " Shake It Up ", ( dedicato al sottoscritto come augurio di buon onomastico ), incentrato su ritmiche funkeggianti di basso, introdotte da Andrew Simmons, e da un coro trascinante, cantato all' unisono dai presenti. Nonostante alcuni problemi tecnici iniziali e il tempo ristretto per l'esibizione, questi ragazzi, in virtù soprattutto del recente ingresso in formazione del frontman Paul Mc Evil, hanno ritrovato freschezza ed energia sia nei brani vecchi che in quelli nuovi, lasciandoci in attesa del nuovo album, che vedrà la luce molto probabilmente nella prima metà dell'anno a venire !

Lipstick set list :
Dancing
Savage
Nightwolf
Shake It Up


SOS

E dopo una band nata di recente, ne segue invece un' altra con alle spalle ben tre decadi di rock. Il gruppo, sui palchi ormai dal lontano 1984, può vantare numerose partecipazioni a festival, in Italia ( vincitori del Festival degli Sconosciuti di Ariccia ) e in Svizzera, oltre ad aver aperto per band del calibro di Dokken e Gotthard. Con all'attivo numerose demo, oltre a tre full - lenght e un quarto in uscita per la fine dell'anno, nonostante i diversi cambi di line up, pause e scioglimenti,e dopo una prima breve reunion con la formazione storica nel 2004, seguita da vari cambi di formazione recenti, la band ha trovato una sua stabilità negli ultimi anni : oltre ai due membri storici, Bruno Baudo ( voce ) e Fernando Regaldo ( chitarra ) per l'occasione al basso troviamo Michele Raspanti ( già con i Graal ), l' altro chitarrista storico Riccardo Foti, e infine Dario Calì ( batteria ) . La proposta della band romana è orientata su un hard rock sporco e cattivo, sulla scia di band quali i Motorhead e gli Ac /DC, ma con il cantanto in italiano, scelta che li ha da sempre contraddistinti e fatti conoscere nel panorama underground capitolino, oltre alle esibizioni storiche in terra elvetica. Il repertorio è quindi incentrato sui brani presenti nelle loro tre realise : da " Un Paradiso per Altri " ( 1995 ) a " Relazioni Pericolose " ( 2004 ), fino a " Punto di Ritorno " ( 2005 ), in attesa del nuovo album, previsto per la fine del 2014, " Noi Crediamo nel Rock ".
Dal brano di apertura " Ho bisogno del tuo amore ", ma soprattutto dalla successiva " L'inferno è qui " si nota tutta la grinta sprigionata dal combo romano : le ritmiche monolitiche di Regaldo e l'ottima prova di Baudo, sia sui toni alti che bassi, oltre all'apporto prezioso di un altro veterano del rock, come Raspanti, coinvolgono letteralmente tutta la platea, sia dei fan storici che dei giovani, regalandoci ritornelli molto orecchiabili e ritmiche accattivanti, dimostrandoci come sia possibile usare il cantato in italiano con uno stile e riff di stampo prettamente anglosassone ( Accept, Saxon, Krokus ). In anteprima dal vivo " Scorpioni e Veleni ", incluso probabilmente nel nuovo full - lenght, eseguito con tutta la classe e l'esperienza di trent'anni di carriera, mentre in conclusione troviamo due classici senza tempo quali " Stringimi " e soprattutto la loro hit storica, " Mi Sono Innamorato di Una Pornostar ", dal ritornello di facile presa. Anche per loro una buona performance, in grado di scaldare gli animi dei rockers di tutte le età e soprattutto di farsi conoscere da coloro che, come me, per ovvi motivi anagrafici, non ha potuto apprezzarli e conoscerli agli esordi, quando costituivano una vera novità nel panorama musicale locale.

SOS set list :
Ho Bisogno del Tuo Amore
L'Inferno è Qui
La Soglia del Dolore
Scorpioni e Veleni
Stringimi
Mi Sono Innamorato di Una Pornostar


La Menade

Arriviamo cosi alla terza band , oltre che unico " Female Act " della serata : una band di sole ragazze, con una proposta musicale originale e per certi versi sperimentale, con una matrice Alternative Metal ( come si definiscono ), ma che al suo interno sviluppa sonorità a volte più melodiche, altre più cupe, altre più aggressive, quasi vicine al punk, ma che risultano essere accattivanti e convincenti per tutta l'audience presente. La band, attiva oramai da poco meno di quindici anni ( sono nate nel 2000 ), risulta perfettamente a suo agio e mostra una sinergia comune a poche band : al nucleo storico, composto dalla frontman Tatiana Lassandro ( voce / chitarra ) e da Tanya ( piano / keys / synth ) si sono recentemente unite Chiara ( al basso dal 2009 ) e Laura Colarieti ( batteria dal 2012 ).
Il repertorio eseguito per l'occasione è relativo a tutta la loro carriera, dagli esordi a oggi ( soprattuto con brani tratti dal loro album " Male di Luna " del 2005 ): la band dimostra grande carattere e intensità, soprattutto in " Disumanamente " e nel singolo, presentato nel 2013 sempre al Closer, " Nero Caos ", con un cantato acido e tagliente, supportato da un muro sonoro di chitarra distorta e dai pad e gli effetti di tastiera. Anche la sezione ritmica risulta ricoprire un ruolo fondamentale, soprattutto in " Maledetta Me ! " e nel brano di chiusura " Desideri di una Notte Senza Stelle ", in particolare il lavoro di batteria di Laura Colarieti, la new entry, che si rivela essere non solo bella ma anche una " macchina da guerra ", senza avere nulla da invidiare a molti altri suoi colleghi maschietti : i cambi di tempi, l'alternanza di refrain ad altre parti più cadenzate e condite da atmosfere prettamente dark, costituiscono, insieme alle distorsioni sonore e al cantato in italiano, tutti gli elementi che compongono la loro proposta musicale. Va inoltre sottolineato come, nonostante suonassero in questo contesto insieme a band con un appeal e un sound più classico, sono riuscite a coinvolgere tutti i presenti. Personalmente, pur non essendo molto avvezzo a sonorità moderne ed essendo più legato al sound caldo classico degli '80s, ho apprezzato la loro performance, sia per intensità che per qualità : pur essendovi espliciti riferimenti a band quali Mastodon e Black Label Society, soprattutto in alcuni passaggi, queste quattro ragazze hanno mostrato un carisma non da poco, e un feeling che rasenta la perfezione e che ha avuto un' enorme presa sull' audience ! Promosse !

La Menade set list :
Sogni e Lacrime
Disumanamente
Maschere
Nero Caos
Maledetta Me !
L'Assassino Desideri di una Notte Senza Stelle


The Raff

Al termine di queste tre performance tra loro assai variegate, sia per lo stile che per intensità, delle band di supporto, che, nonostante la differenza anagrafica, hanno divertito e scaldato il pubblico in modo eterogeneo ma sicuramente apprezzato, arriviamo alla band di chiusura tanto attesa, i The Raff, che, a distanza di pochi mesi, ritornano nuovamente ad onorare il palco del Closer da headliner, con tutto il loro repertorio, composto da pezzi con oltre trent' anni di storia, riletti a volte anche in chiave più moderna, ma senza togliere lo smalto e la verve che li ha da sempre contraddistinti ! La band, capitanata da Chris Bianco ( voce / basso ) e dal fratello Fabiano " Master " Bianco ( batteria ), i membri fondatori, sono accompagnati dal nuovo chitarrista Tony Arcuri, che ha riportato quella linfa e freschezza vitale per poter ritornare a divertirsi e a divertire come un tempo. Siamo di fronte a un gruppo storico della scena rock romana, e italiana in generale, formatisi nel lontano 1977 e attivi dal 1979, apprezzati anche all'estero, e che ha condiviso i palchi insieme ad altri act importanti della scena metal italiana dei tempi d'oro, dai coetanei Strana Officina ai Vanexa, oltre ad esibirsi a supporto di band della scena Hard & Heavy internazionale, del calibro degli Iron Maiden e degli Uriah Heep .
Nonostante i molti anni di inattività e le difficoltà nel ritornare on stage come ai vecchi tempi, dovuti anche ai diversi cambi di line up e alla ricerca di una stabilità nel corso degli anni, il trio romano riesce a divertire i presenti col loro sound in pieno stile NWOBHM, sulla scia dei Judas Priest, Accept e Raven, proponendo tutto il loro repertorio classico, ri - registrato nell'ultima loro realise, " The Raff " uscito da pochi mesi sul mercato. Brani che hanno ispirato moltissime band dell' underground romano, quali " Raff Force Commandos ", " Running Like Hell ", " Rocker ", " Gates Of Fortune " o la celeberrima " All For One ( I Want You Know ) ", autentici cavalli di battaglia, eseguiti senza tregua alcuna ! Seppur costretti a suonare con un po di ritardo rispetto al previsto, hanno pienamente ripagato l'affetto di tutti i loro fan presenti per la serata : brani come " Nightcaller " , ma soprattutto " Signal From Hell " o " I Trust ", con più di trent'anni alle spalle, sono ancora oggi delle pietre miliari del genere, e il lavoro di Tony ( chitarra ) ha reso ancora più diretto l'impatto generale, apportando freschezza ad un sound comunque di per se corposo e monolitico. I tre riescono a catalizzare l'attenzione del pubblico, con uno stile molto old - school, come piace a noi, con riff taglienti ( molto in stile Accept / Running Wild / Saxon ), bridge e ritornelli melodici, conditi da cori a volte antemici,e supportati dalla perizia e l'esperienza di due veterani come Chris e Fabiano Bianco alla sezione ritmica. Purtroppo non sono stati eseguiti in anteprima alcuni brani nuovi, che, come ci ha confermato la band, sono comunque in lavorazione e presto ( speriamo ) vedranno la luce in un nuovo full - lenght. Non avendoli mai sentiti dal vivo, pur conoscendo bene la loro storia e alcune loro hit, personalmente sono rimasto molto colpito per il loro sound, il loro appeal diretto oltre che per il carisma e l'energia sprigionata, che non ha deluso nessuno del pubblico, nonostante alcune piccole imperfezioni dei suoni, che non hanno però inciso nel complesso. Forse non la loro migliore performance, ma sono riusciti sicuramente a farsi apprezzare e ad acclamare a gran voce dall'audience a fine concerto, regalandoci dei momenti di pura goduria sonora, oltre che di headbanging scatenato !

The Raff set list :
Signal From Hell
All For One ( I Want You Know )
Running Like Hell
Rocker
Driven Mad
Watch It
I Trust
Nightcaller
Gates Of Fortune
Raff Force Commandos
H.M. Motorslain


In sintesi, abbiamo assistito a una serata che, come detto in precedenza, ha pienamente ripagato i non pochi sostenitori del " metallo romano " accorsi per l'evento, e che, proprio per la sua proposta eterogenea, ha soddisfatto i gusti più variegati possibili, dei giovani e degli appassionati di sonorità più retrò ma ancor oggi vive più che mai ! In trepidante attesa di un nuovo appuntamento con Anni di Metallo Live 3.0, speriamo possa esserci sempre più spazio per iniziative come questa, che diano la possibilità di promozione musicale per band emergenti e che al contempo consentano alle nuove generazioni di poter conoscere e apprezzare formazioni storiche dell'underground capitolino. Stay Tuned !


Fonte: Raffaele Pontrandolfi - foto di Rodolfo Felici



Informativa privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio




[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio