17 Febbraio 2019

News
percorso: Home > News > RECENSIONI

GOTTHARD - ´Gotthard´ - 1992 - Voto: 9

17-11-2015 19:44 - RECENSIONI
La "favola" dei Gotthard è ormai nota a tutti: dagli esordi da hard rock band vecchio stile nata nei primi anni ´90 nella piccola Svizzera ai deal con importanti case discografiche come BMG e Nuclear Blast fino a giungere, grazie a costanza, dedizione e ad una produzione discografica di lungo corso e di altissimo livello (siamo giunti alla boa dei 15 anni di carriera con 8 album da studio e innumerevoli singoli, raccolte, dvd e live sia acustici che elettrici) allo status di band elvetica numero 1 e punto di riferimento imprescindibile per la rinascente scena HR europea, un tempo florida di talenti in terra d´Albione e attualmente incentrata sul "vivaio" scandinavo.

Lo stile dei Gotthard si è evoluto dal sound potente e al limite dell´heavy degli esordi ad un mix più bilanciato di potenza e melodia arricchito da onnipresenti richiami ai gloriosi Deep Purple e a tutto il filone più mainstream dell´hard/AOR (Bon Jovi e Bryan Adams su tutti), facendo delle chitarre solari e veloci di Leo Leoni e della portentosa voce del frontman Steve Lee i propri punti di forza.

L´omonimo debut album, assieme ai successivi "Dial Hard" e "G", rappresenta il lato più pesante e metallico della produzione targata Gotthard: riff schiacciasassi, vocals acute e graffianti e assoli al fulmicotone nella migliore tradizione hard rock; a testimonianza di quanto appena asserito gli elvetici calano il trascinante poker d´apertura inaugurato dalle veloci e coinvolgenti "Standing In The Light" e "Downtown" a cui fanno seguito due dei mid tempo più vigorosi e ispirati mai sentiti: l´elettrizzante "Firedance" e una versione ipervitaminizzata di "Hush", brano originale di Joe South reso celebre da una serie di cover tra cui la più nota ad opera dei citati Deep Purple, in un climax emozionale e sonoro da cardiopalma, di un´intensità e una potenza inaudite che trovano perfetta espressione negli eventi live.

Su "Firedance", forse la migliore del lotto, il gran lavoro di Marc Lynn al basso conferisce al pezzo un groove terrificante su cui si innestano le chitarre cariche e metalliche di Leo Leoni e dello special guest Vivian Campell, eppure il vero asso nella manica si rivela essere di nuovo il superbo Steve Lee, più che mai mattatore a sottolineare le splendide melodie con una prestazione assolutamente straordinaria che lo colloca di diritto nella dinastia dei grandi singer hard rock accanto a nomi del calibro di David Coverdale, Robert Plant, Lenny Wolf e Steve Tyler.

Un´ulteriore caratteristica peculiare di questo lavoro è che laddove le band citate in precedenza avrebbero inserito qualche brano più pacato per spezzare il ritmo e far rifiatare l´ascoltatore, i Gotthard spingono ancora di più sull´acceleratore con l´adrenalinica "Mean Street Rocket" e con le successive "Get Down" e "Take me", altri gioielli di hard rock energico e genuino forti di riff indovinati e di melodie perfettamente riuscite, concedendosi una pausa solamente con la semi ballad "Angel" la quale risulta comunque giocata su tonalità piuttosto spinte e su strofe sostenute sulle quali il solito Steve Lee stende buona parte della concorrenza in quanto a intensità e feeling.

Il finale è di nuovo a tutta velocità all´insegna di qualche leggera influenza targata Whitesnake, soprattutto nel cantato della devastante "Lonely Heartache", e delle ritmiche heavy di "Hunter", mitigate solamente dalla parentesi acustica di "All I Care For", di nuovo notevole per la prestazione sopra le righe di Steve Lee e con la quale cala il sipario su un debut album con i fiocchi che lanciò una band dalle grandi potenzialità e contribuì a tenere viva la fiamma dell´hard rock in un´epoca dominata dall´ondata grunge/alternative e dai primi vagiti della scena crossover/nu metal.

Fonte: Stefano Burini



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio




[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio