16 Gennaio 2019

News
percorso: Home > News > RECENSIONI

NORTHERN LINES – The Fearmonger – 2017 - Voto: 8

15-07-2018 14:18 - RECENSIONI
Dopo "Farts From The S.E.T.I. Code" il primo lavoro dei Nothern Lines del 2014, esce nel 2017 il loro secondo album: "The Fearmonger". Il trio strumentale romano propone un concept album interamente autoprodotto e composto da undici tracce, incentrato sul tema della paura della morte.

Uno stile prog rock, hard rock, metal, con sfumature fusion e jazz e ispirazione al rock psichedelico anni´70 con un occhio di riguardo ai gruppi che più hanno caratterizzato il genere in quegli anni (Led Zeppelin, Pink Floyd, Deep Purple, Rush). In più la particolarità dell´aggiunta di parti recitate, quasi a voler dare una sorta di teatralità al lavoro. Il disco presenta stili musicali diversi ed alcuni addirittura inaspettati. Ma andiamo con ordine: si inizia con "Mast Cell Disorder": song che ha un inizio hard rock potente, tanto potente quanto è invece melodica la componente di piano che interrompe la prima parte della traccia e che poi si velocizza e si intreccia nuovamente con gli altri strumenti nella seconda parte.

Dopo la prima canzone vi è la prima parte recitata; gli intermezzi sono recitati in italiano, nonostante i titoli delle canzoni e lo stesso nome del gruppo siano in inglese, e creano un´atmosfera ancora più intrinseca e profonda. Dopo l´ intermezzo parlato irrompe "Shockwave" brano caratterizzato anch´esso dallo stile hard rock deciso e potente e uno stile prog che si evolve dall´inizio alla fine della traccia in maniera fluida e decisa. "Nightwalk" è la quarta traccia, qui il suono diviene più fantasioso rispetto alle song precedenti poiché abbiamo più stili: il prog, il metal ma anche degli spunti jazz, funky e fusion; il basso fa un lavoro degno di nota. Dopo la seconda session recitata inizia "Machine Man", brano con esplorazioni di ritmiche particolari quali tango e twist in chiave rock con continui stop and go che attingono ad ispirazioni blues.

In "Meteor" particolare è l´intro di organo: alle parti rock si alternano le parti acustiche ed è forse questa la song con più uso del piano. Segue "Jukkurpa" dove si avverte subito l´ispirazione al rock psichedelico anni ´70 e al metal. A questa segue "Toward The End" dove nuovamente il piano si intreccia allo stile prog-rock. "Apathy Field" e "Most People Are Dead" sono le due songs che concludono in maniera ideale il lavoro: mentre la prima traccia è molto melodica grazie anche all´uso della chitarra acustica e catapulta l´ascoltatore nell´atmosfera angosciosa e malinconica del tema trattato dall´album, la seconda song riprende nuovamente il parlato e allo stile melodico si sostituisce nella seconda parte della traccia tutta la carica hard rock che troviamo all´inizio del disco, quasi come a voler chiudere tutto il lavoro riprendendone l´inizio.

In conclusione, "The Fearmonger" si rivela un lavoro meritevole, interessante e ben prodotto con elementi quali, ad esempio, gli intramezzi recitati e le eleganti sfumature melodiche che rendono davvero particolare, emozionante e profondo l´ascolto di questo disco. Album particolarmente toccante sotto il punto di vista emotivo ma anche compositivo con ritmiche non sempre complesse ma sempre ben elaborate, modulazioni e cambi di tempo eseguiti con grande maestria; ispirazione al passato ma con sonorità moderne. Un grande senso melodico che dà una buona continuità tra i brani anche se così diversi fra loro.


Tracklist:

1. Mast Cell Disorder
2. Session 1
3. Shockwave
4. Nightwalk
5. Session 2
6. Machine Man
7. Meteor
8. Jukkurpa
9. Towards The End
10. Apathy Fields
11. Most People Are Dead

Line up :

Cristiano Schirò (Drums)
Alberto Lo Bascio (Guitar)
Stefano Silvestri (Bass)

Genere: Instrumental Progressive Rock/Fusion

Anno di pubblicazione: 2017

Etichetta: autoproduzione

Contatti e Links:




Fonte: Chiara Giuliani



Informativa privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio




[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio