20 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > NEWS

ULI JON ROTH: l'ex chitarrista degli Scorpions, di scena Mercoledì 11 Dicembre @ Let It Beer, Roma

10-11-2019 13:19 - NEWS
COMUNICATO STAMPA

It seems that - after nigh-on fifty years as a performer on stage - Uli Jon Roth is keeping busier than ever and is unstoppable. He also has written a lot of material for a new album and has started recording it.

Those who have been lucky enough to witness Uli's live performances in recent years will testify that his concerts are an expression of the highest art of guitar playing and each onstage appearance by Uli Jon Roth is a unique occasion, because he always manages to create new magic on stage through his guitar playing and his inspiring persona. Uli is equally at home on stages of all sizes, from smaller, intimate venues such as clubs to stadiums and festivals and he always manages to captivate the attention of audiences all over the world by tapping into the very heart of music itself. Uli considers his live performances as a very important and irreplaceable part of his overall artistic life, and he loves to keep his shows as free and spontaneous as possible, often appearing without a fixed set-list and always open to incorporate spur-of-the-moment ideas into his set.

Ulrich Roth, conosciuto anche come Uli Jon Roth (Düsseldorf, 18 dicembre 1954), è un chitarrista tedesco, noto in particolare per la sua militanza negli Scorpions nei primi anni settanta.
È uno dei primi e principali contributori del metal neoclassico e può senza dubbio essere ritenuto uno dei primi shredder, cioè chitarristi dotati di notevole tecnica e velocità. Con il suo stile ha influenzato largamente diversi chitarristi moderni, tra i quali vanno ricordati Steve Vai, Eddie Van Halen, Axel Rudi Pell, Kirk Hammett, Dave Mustaine, Marty Friedman, Chris Impellitteri, Randy Rhoads, Michael Romeo, Michael Angel Batio e Yngwie Malmsteen.

Nei primi anni settanta, Roth entrò a far parte di un gruppo chiamato Dawn Road. Nel 1973 questa band sostanzialmente confluì nella band degli Scorpions, e più in particolare con i due membri rimasti, Rudolf Schenker e Klaus Meine, a seguito della crisi dovuta all'abbandono del chitarrista Michael Schenker, che aveva lasciato il gruppo per unirsi agli UFO. Ulrich era riconosciuto come un musicista dotato di grande tecnica e fu inserito nella band proprio per le sue incredibili abilità. Con gli Scorpions ha pubblicato cinque album, incluso il live Tokyo Tapes che vendette circa un milione di copie.

Roth compose per gli Scorpions brani altamente influenzati dallo stile di Jimi Hendrix e di Ritchie Blackmore[senza fonte] ma, insoddisfatto del suo ruolo nel gruppo, lasciò la band nel 1978 per fondarne una sua, gli Electric Sun, che pubblicarono un totale di tre album.
Il primo, intitolato Earthquake (1979), fu dedicato allo spirito di Jimi Hendrix, suo vero e proprio faro guida culturale, di stile ed estetica musicale (e non), e presentò una copertina di Monika Danneman, che era stata proprio la fidanzata di Hendrix, e che era diventata la sua compagna. Il secondo album, Fire Wind (1981), fu invece dedicato a Anwar el-Sadat, il leader egiziano assassinato perché aveva tentato di riappacificare il Medio Oriente, e presentò canzoni come Enola Gay che affrontarono il tema della bomba atomica giapponese.

L'ultimo album, intitolato Beyond the Astral Skies, fu dedicato a Martin Luther King e ai fan.
Dopo gli Electric Sun, Roth entrò in una nuova fase creativa e compose quattro sinfonie e due concerti, esibendosi con delle orchestre sinfoniche in giro per l'Europa.
Il 5 aprile 1996 morì suicida la fidanzata di Roth, Monika Dannemann, come detto, precedentemente compagna di Jimi Hendrix e che ispirò Roth in molti dei suoi lavori (la canzone We'll Burn the Sky viene scritta dalla stessa Dannemann assieme a Rudolf Schenker). La donna era rimasta traumatizzata dalla sconfitta legale con la fidanzata di Hendrix, che l'aveva accusata di aver messo in cattiva luce il marito negli ultimi capitoli di un suo libro. Roth dedicò alla ragazza tutti i suoi successivi lavori.
Il tour europeo del G3 del 1998 lo vide protagonista assieme a Michael Schenker e Joe Satriani. Lo show all'arena Wembley a Londra vide un duetto tra lo stesso Roth e Brian May.
Roth suonò al festival rock a Castle Donington nel 2001, al quale partecipò anche il primo chitarrista degli Scorpions Michael Schenker. Lo spettacolo venne filmato e successivamente distribuito in DVD.

Uli John Roth al Wacken Open Air 2017
Roth partecipò nel 2006 al Wacken Open Air, durante la serata organizzata in onore degli Scorpions. Assieme al suo ex gruppo Roth suonò quattro canzoni del periodo in cui militava negli Scorpions, canzoni che non venivano eseguite live con lo stesso chitarrista dal suo addio alla band, datato 1978. Dopo questo concerto, dal quale scaturì un DVD, Uli e gli Scorpions si ritrovarono diverse volte assieme a ripetere l'esperienza.
Nel 2007 si unì per un concerto agli Smashing Pumpkins prendendo parte alla loro canzone Gossamer. Si esibì nuovamente con loro nel 2008.
Sempre nel 2007, Roth iniziò a lavorare ad un nuovo album in studio, che venne realizzato l'anno successivo. Il titolo scelto è stato Under a Dark Sky, dovrebbe trattarsi del primo di una serie di album di materiale scritto per il suo progetto Sky of Avalon.
Under a Dark Sky venne pubblicato in Giappone il 20 agosto 2008. Le versioni europee ed americane uscirono circa un mese dopo.

Nel 2009 tiene a Roma una nuova edizione del Legends of Rock per raccogliere fondi da destinare alle vittime del terremoto in Abruzzo. Tra gli ospiti vanno ricordati Tobias Sammet, Kai Hansen, Richie Kotzen, Carl Palmer e Kee Marcello.
Nel 2010 partecipa al G-Taranki a fianco di artisti famosi quali Slash, Vinnie Moore e Jennifer Batten.
Nel 2011 ha partecipato al 70000 Tons of Metal, crociera con alcuni tra i più importanti gruppi della scena metal mondiale che si è tenuta a partire dal 24 al 29 gennaio 2011, partendo da Miami, Florida, e terminando a Cozumel in Messico.
Nel 2012 ha partecipato al prestigioso Sunflower Jam, a fianco di artisti quali Brian May, John Paul Jones, Alice Cooper e Bruce Dickinson.




*** IMPERDIBILE *** On Stage Al Let It Beer di Roma ( Piazza delle Crociate 26/28 )
Mercoledì 11 Dicembre 2019
live 15 €

Info e Prenotazioni tavoli 3939161158


Fonte: Redazione



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio